Cosa succede quando si assume troppa caffeina?

È noto che la caffeina può renderci più svegli e vigili e ha anche alcuni benefici per la salute ma bisogna consumarla con moderazione.

0
446

La leggenda narra che il famoso romanziere francese Honoré de Balzac beveva 40-50 tazze di caffè quando si sedeva al lavoro.

Se è vero, il consumo di abbondanti quantità di caffè può essere ciò che lo ha mandato presto nella tomba: Balzac morì nel 1850 all’età di 51 anni, appena cinque mesi dopo il suo matrimonio.

È noto che la caffeina può renderci più svegli e vigili e ha anche alcuni benefici per la salute.

Ma per ottenere i benefici e non mettere in pericolo la salute, bisogna consumare la caffeina con moderazione. Si raccomanda agli adulti in buona salute di consumare non più di 400 mg di caffeina al giorno. I bambini non devono consumarla e la quantità massima raccomandata per gli adolescenti è di 100 mg. Le donne incinte e che allattano dovrebbero limitare l’assunzione di caffeina a 200 mg al giorno ma è sempre meglio consultare un medico.

Mentre ci sono alcune prove che la caffeina e altre sostanze nel caffè possono favorire la salute del cuore, le persone con problemi cardiaci dovrebbero chiedere al medico se la caffeina sia sicura.

LE FONTI DELLA CAFFEINA

Ovviamente, il caffè è la bevanda più consumata che contiene la caffeina. 55 grami di caffè nero ne contengono 260 mg. Altre fonti di caffeina comprendono bibite, alcune bevande sportive, bevande energetiche, cioccolata, tè verde e tè nero. Contrariamente alla credenza popolare, il tè nero ha più caffeina rispetto al tè verde se queste bevande sono preparate allo stesso modo.

SINTOMI QUANDO SI ASSUME TROPPA CAFFEINA

Se abbiamo consumato troppa caffeina, potremmo riscontrare i seguenti sintomi:

  • irrequietezza, ansia e irritabilità;
  • battito cardiaco elevato;
  • sintomi digestivi, come nausea e diarrea;
  • aumento della sete;
  • mal di testa e vertigini.

Se i sintomi sono lievi, possiamo alleviarli a casa bevendo molta acqua naturale, facendo un po’ di attività fisica e mangiando cibi ricchi di potassio e magnesio, ad esempio banane e verdure a foglia verde scura.

Ecco, invece, i sintomi di un sovradosaggio di caffeina più severo che richiedono attenzione medica immediata:

  • sensazione di sfarfallio nel petto (segno di aritmia);
  • problema respiratorio;
  • vomito;
  • allucinazioni;
  • dolore al petto;
  • movimenti muscolari incontrollabili;
  • convulsioni.

I casi di grave sovradosaggio di caffeina, comunque, sono rari. E accade quando le persone consumano la caffeina in combinazione con l’alcol o altre sostanze psicoattive.

In conclusione, la caffeina è sicura, anche benefica se non si consuma in quantità eccessive. Se l’assunzione supera la quantità raccomandata, è probabile che si verifichi disagio o addirittura bisogna andare al pronto soccorso.

Commenti