Coaguli di sangue durante il ciclo mestruale: 5 possibili cause

Le mestruazioni possono variare molto da un mese all'altro e questi cambiamenti influenzano la consistenza, il colore e la frequenza.

0
3226
Donna triste

Le mestruazioni possono variare molto da un mese all’altro e questi cambiamenti influenzano la consistenza, il colore e la frequenza.

Un altro di questi cambiamenti può essere l’aspetto dei coaguli di sangue. In effetti, gli specialisti sostengono che una donna potrebbe sperimentare coaguli di sangue durante il ciclo e non è sempre una cosa pericolosa. In effetti, è spesso perfettamente normale.

Anche se può essere normale avere una riduzione dei coaguli di sangue durante il ciclo mestruale, però, è necessario tenere presente che determinate malattie e disturbi possono manifestarsi con questo sintomo.

PERIMENOPAUSA

Periodi con una forte presenza di coaguli di sangue possono essere un indicatore di perimenopausa, la fase fisica prima della menopausa. La perimenopausa, infatti, modifica i livelli di produzione del progesterone. Questo ormone funziona insieme agli estrogeni per regolare il ciclo mestruale e consente al rivestimento uterino di rilasciare la quantità necessaria ogni mese. Durante la perimenopausa, i livelli di estrogeni aumentano molto più del solito e fanno sì che il rivestimento uterino rilasci molto più tessuto. Questo provoca più coaguli di sangue durante il ciclo.

ABORTO SPONTANEO

Alcuni esperti stimano che tra il 15 e il 20% delle donne incinte abortiscano prima della ventesima settimana. Altri specialisti sostengono, invece, che questa percentuale sia in realtà più alta a causa delle donne che non sanno di essere incinte e che hanno un aborto spontaneo senza esserne consapevoli. In altre parole, i coaguli di sangue presenti sono un feto abortito.

Tuttavia, non bisogna farsi prendere dal panico. Ci sono molti squilibri ormonali che possono causare coaguli di sangue durante le mestruazioni.

FIBROMI UTERINI

I fibromi uterini sono tumori benigni che crescono all’interno dell’utero. Ma il fatto che siano benigni non significa che bisogna ignorarli dal momento che possono causare dolore all’addome, pressione sulla vescica e periodi con frequenti coaguli di sangue.

CONTRACCETTIVI

Il corpo di ogni donna risponde in modo diverso ai metodi contraccettivi a causa degli ormoni (la pillola anticoncezionale) o del meccanismo non ormonale di controllo delle nascite (nel caso del dispositivo intrauterino al rame). Uno di questi cambiamenti è noto come menorragia. Il suo sintomo principale consiste in cicli con frequenti coaguli di sangue che durano più di 7 giorni.

ANOMALIE EREDITARIE

Ci sono alcune malattie ereditarie che rendono il corpo umano soggetto a un sanguinamento eccessivo, come la malattia di Von Willebrand. Chi soffre di questa malattia può avere cicli con molti coaguli di sangue, così come altri sintomi, come la comparsa di lividi e sangue dal naso o gengive sanguinanti.

Sia chiaro, comunque. Il fatto che compaiano coaguli di sangue durante il ciclo mestruale non significa che si abbia una qualsiasi delle malattie suddette. Tutto dipende dal tipo di malattia e dai sintomi che accompagnano la coagulazione del sangue durante il ciclo.

Raccomandiamo che, se osservate cambiamenti radicali nel ciclo mestruale come dolore o eccessivi coaguli di sangue che non avete mai sperimentato prima, dovreste consultare il medico in modo da poter eseguire tutti i test e i controlli del caso.

Commenti