Cancro della cistifellea: sintomi, cause e fattori di rischio

Prima un tumore è diagnosticato, maggiore è la possibilità di sopravvivenza. Il cancro della cistifellea non fa eccezione.

0
406
cancro-cistifellea

Prima un tumore è diagnosticato, maggiore è la possibilità di sopravvivenza. Il cancro della cistifellea non fa eccezione. Sfortunatamente, però, questo tipo di cancro si scopre raramente nelle sue prime fasi. Ciò è dovuto ai sintomi non specifici. In aggiunta a ciò, la natura ‘nascosta’ dell’organo consente al tumore di crescere inosservato per un lungo periodo di tempo.

I POSSIBILI SINTOMI

La cistifellea è un piccolo organo che immagazzina la bile prima di rilasciarla nell’intestino tenue e si trova sotto il fegato. Il cancro della cistifellea significa che le cellule maligne si trovano nei tessuti di quest’organo. Come molti altri tipi di cancro, questo non provoca quasi nessun sintomo nelle fasi iniziali, rendendo estremamente difficile la sua scoperta.

I possibili sintomi:

  • dolore addominale (tipicamente localizzato nella parte superiore destra della pancia);
  • gonfiore;
  • febbre;
  • perdere peso senza una ragione apparente;
  • episodi di nausea o vomito;
  • ittero (ingiallimento della pelle e del bianco degli occhi);
  • scarso appetito;

PREVENZIONE E FATTORI DI RISCHIO

Il cancro della cistifellea è piuttosto raro. Pertanto, i sintomi sopra indicati potrebbero indicare altri problemi di salute. Tuttavia, è abbastanza ragionevole andare da un medico, soprattutto in caso di presenza di questi fattori di rischio:

CALCOLI BILIARI

Questa condizione è uno dei più comuni fattori di rischio per il tumore alla colecisti. Questi accumuli di colesterolo simili a ciottoli possono causare infiammazioni croniche nella cistifellea. Gli studi dimostrano che almeno 3 pazienti su 4 con il carcinoma della colecisti presentano calcoli biliari. Tuttavia, considerando il fatto che questo tipo di cancro è raro, la maggior parte delle persone con i calcoli biliari non sviluppano il tumore.

CISTIFELLEA  A PORCELLANA

Un’anomalia in cui la parete della cistifellea viene coperta da depositi di calcio è chiamata cistifellea a porcellana. Può essere causata da processi infiammatori cronici o da calcoli biliari. Le persone con questa condizione hanno molte più possibilità di sviluppare il cancro della colecisti.

ESSERE FEMMINA

Si stima che le donne siano due volte più a rischio di sviluppare il cancro della colecisti rispetto agli uomini. Inoltre, i calcoli biliari e la cistifellea a porcellana sono anche più comuni nelle donne che negli uomini.

OBESITÀ

L’obesità può causare molti problemi di salute e il cancro della cistifellea è uno di questi. Poiché il sovrappeso è un fattore di rischio per lo sviluppo di calcoli biliari, questi ultimi possono portare al cancro della cistifellea.

CISTI DEL COLEDOCO

Il tubo che porta la bile dalla cistifellea all’intestino tenue è chiamato dotto biliare. Le cisti del coledoco sono sacche piene di bile collegate a questo tubo. Le cellule che rivestono queste sacche hanno il rischio di avere aree pre-cancerose, aumentando così le possibilità di sviluppare il cancro della colecisti.

POLIPI DELLA CISTIFELLEA

I polipi della cistifellea sono escrescenze che si verificano nella cistifellea (spesso nella parete interna della cistifellea). I polipi possono essere formati da depositi di colesterolo, causati da un’infiammazione, o da piccoli tumori. Si raccomanda di rimuovere la cistifellea nei pazienti con polipi più grandi di un centimetro.

STORIA FAMILIARE

Gli studi dimostrano che le persone hanno maggiori probabilità di sviluppare il cancro della cistifellea se hanno una storia familiare di questa malattia. Le probabilità, comunque, sono piuttosto basse, perché la malattia è rara.

Commenti