Bambino di 9 anni si buca l’occhio con un puntatore laser

È successo in Grecia dove il bambino è diventato quasi cieco ad un occhio. I danni sono irreversibili.

0
703

Voleva soltanto giocare come tanti suoi coetanei, ma ha perso la vista ad un occhio. È accaduto in Grecia ad un bambino di 9 anni che giocava con il puntatore laser che il padre aveva acquistato su una bancarella.

Il laser del puntatore, infatti, ha provocato un danno irreversibile ad un occhio del ragazzino. Come riporta il ‘New England Journal of Medicine’ che pubblica la foto della retina danneggiata, il laser ha provocato una lesione nella macula che è l’area della retina che aiuta a mettere a fuoco volti e lettere. Ma non è tutto. Il gioco maldestro ha provocato anche due ferite sotto la retina e ha bruciato i nervi ottici.

Questo significa che il ragazzino è quasi cieco da un occhio e, a meno che in futuro la medicina non faccia ulteriori progressi in tal senso, il danno è irreversibile.

Di fatto il piccolo avrà un punto cieco proprio nel mezzo dell’occhio, è come una lente d’ingrandimento che brucia un pezzo di carta“, ha spiegato la dottoressa Sofia Androudi (assistente di oftalmologia all’università della Tessaglia) al ‘Corriere’.

In Italia la legge in merito alla vendita di puntatori laser è molto rigida. Possono essere acquistati soltanto quelli a bassa potenza (classe 1 e 2). Gli altri sono considerati, invece, alla stregua delle armi. I problemi si pongono soprattutto quando li si acquistano on line a causa del minore controllo e della maggiore difficoltà a capire la potenza di cosa si sta comprando.

Inoltre quelli verdi e blu sono ritenuti più pericolosi di quelli rossi e arancio.

Dunque, meglio evitarli.

Commenti