Agorafobia: cos’è, sintomi, fattori di rischio e trattamento

L'agorafobia è una delle fobie più comuni. Il suo nome deriva dal greco: 'agora' (piazza in italiano) e 'fobia' (paura).

0
78
agorafobia

L’agorafobia è una delle fobie più comuni. Il suo nome deriva dal greco: ‘agora’ (piazza in italiano) e ‘fobia’ (paura).

L’agorafobia è un disturbo d’ansia caratterizzato da un’intensa paura e dallo stare lontani dai luoghi aperti o affollati, nonché da tutti i luoghi e le situazioni da cui è difficile sfuggire.

Non è facile stabilire quante persone soffrano di agorafobia perché spesso non è dichiarata, ma si stima che dall’1% al 7% della popolazione possa avere questo disturbo.

L’agorafobia può verificarsi insieme ad altri disturbi mentali, tra cui attacco di panico, disturbo d’ansia generalizzato, disturbo d’ansia sociale e disturbo da stress post-traumatico.

L’agorafobia può avere un impatto negativo significativo sulla vita personale, sociale e professionale di una persona. Ma il disturbo può essere trattato con la psicoterapia e i farmaci e la maggior parte dei pazienti si sente meglio con il trattamento.

SINTOMI

  • paura di lasciare casa da soli;
  • paura delle folle e delle attesa in coda;
  • paura del trasporto pubblico, spazi chiusi (come negozi e cinema) e spazi aperti (come parcheggi o centri commerciali);
  • angoscia se si finisce in luoghi o situazioni sopra elencati;
  • sintomi fisici, che includono aumento della frequenza cardiaca, sudorazione, tremori, mancanza di respiro, dolore toracico, nausea e / o diarrea, debolezza e sensazione di testa vuota.

L’agorafobia può ridurre drasticamente la qualità della vita.

FATTORI DI RISCHIO

La causa esatta dell’agorafobia non è chiara ma ci sono fattori che si crede possano aumentare il rischio di sviluppare la condizione.

  • avere un membro della famiglia con agorafobia;
  • soffrire di altri disturbi mentali, come l’attacco di panico;
  • avere un temperamento ansioso o nervoso;
  • eventi di vita stressanti, come la morte di una persona cara e un abuso.

TRATTAMENTO

Esistono diversi approcci al trattamento dell’agorafobia. Molti pazienti beneficiano della terapia cognitivo-comportamentale e della terapia espositiva. I farmaci usati per trattare i sintomi dell’agorafobia includono antidepressivi e le benzodiazepine (una classe di farmaci sedativi).

È improbabile che l’agorafobia se ne possa andare senza trattamento. Se non viene trattato, il disturbo può diventare così grave che l’individuo non lascerà casa. Ma se il disturbo viene affrontato in modo tempestivo, la maggior parte dei pazienti è in grado di tornare alle loro vite normali.

Commenti