18enne da 3 settimane fuma la sigaretta elettronica, i suoi polmoni si riempiono d’acqua

Il caso è stato pubblicato sulla rivista medica Pediatrics. Ecco i dettagli.

0
15060

Un’adolescente di 18 anni della Pennsylvania (USA) ha dovuto ricorrere all’uso di un respiratore dopo che i medici hanno riscontrato una polmonite da ipersensibilità con sindrome da distress respiratorio acuto e i polmoni pieni d’acqua.

Tutto questo perché la 18enne fumava da pochi giorni una sigaretta elettronica.

Il caso è stato pubblicato sulla rivista medica Pediatrics dove si legge che la ragazza, una cameriera, faceva uso di una e-cig solo da tre settimane quando è stata portata al Pronto Soccorso.

I medici hanno scoperto che la giovane donna soffriva di tosse, difficoltà a respirare e improvvisi dolori lancinanti al petto. Le condizioni dell’adolescente hanno continuato a peggiorare anche dopo che i medici l’hanno sottoposta agli antibiotici.

[amazon_link asins=’B01FQYF392,B078C69R8H,B0762H8R7P,B07BTHQGNY,B01L91R9X4,B06Y1SRGVH,B075V3Q2N7,B06XRDGZXP,B01LWUMH6F’ template=’ProductCarousel’ store=’gianbolab-21′ marketplace=’IT’ link_id=’9b3139d0-63f2-11e8-8ae0-5fd59762d9f3′]

È stato necessario, quindi, l’uso di un ventilatore meccanico – un respiratore – per permettere alla ragazza di respirare correttamente fino a quando i suoi polmoni non si sono ripresi del tutto.

I medici hanno diagnosticato alla paziente una polmonite da ipersensibilità, nota anche come polmone umido, una reazione allergica a sostanze chimiche o a polvere che infiamma i polmoni. I medici hanno anche notato che la giovane donna aveva una storia di asma molto lieve che non richiedeva un inalatore prima di fare uso della sigaretta elettronica.

Dopo cinque giorni di ricovero, comunque, la ragazza è stata dimessa dall’ospedale e ora per fortuna sta meglio.

Si è trattato del primo caso riportato di polmonite da ipersensibilità e sindrome da distress respiratorio acuto come effetto dell’uso di una sigarette elettronica in un adolescente.

Commenti