10 fattori di rischio per il cuore: come prevenire la malattia coronarica

Esistono molti fattori di rischio associati alla malattia coronarica e all'attacco cardiaco. Eccone 10.

0
166

Esistono molti fattori di rischio associati alla malattia coronarica e all’attacco cardiaco.

Alcuni fattori di rischio, come il sesso, l’età o la storia familiare, non possono essere controllati, mentre altri, come l’inattività fisica o l’ipertensione, possono essere modificati con il trattamento e i cambiamenti dello stile di vita.

Ora, non si sviluppano necessariamente malattie cardiache se si ha un fattore di rischio.

Tuttavia, più fattori di rischio sono presenti, maggiori sono le probabilità che si possano avere problemi a meno che non si prendano dei provvedimenti per controllarli e proteggere la salute del cuore.

ETÀ

Invecchiare è un fattore di rischio per le malattie cardiovascolari: il rischio di ictus raddoppia ogni dieci anni dopo i 55 anni.

GENERE SESSUALE

Il genere sessuale ha un ruolo: se sei un uomo, sei maggiormente a rischio di malattie cardiovascolari rispetto a una donna in pre-menopausa. Dopo la menopausa, però, il rischio di una donna è simile a quello di un uomo.

STORIA FAMILIARE

Le persone con parenti stretti con malattie cardiache sono a maggior rischio. Ad esempio, se entrambi i genitori hanno sofferto di malattie cardiache prima dei 55 anni, il rischio di questa condizione può salire al 50% rispetto alle altre persone.

INATTIVITÀ FISICA

L’Organizzazione Mondiale della Sanità afferma che oltre il 60% della popolazione mondiale non è sufficientemente attivo. L’attività fisica, però, può proteggere da vari problemi di salute, tra cui diverse forme di malattie cardiovascolari. La ricerca suggerisce che fare più di 150 minuti di attività fisica moderata ogni settimana riduce il rischio di malattia coronarica di circa il 30%.

ETNIA

Il rischio di malattie cardiache è più alto tra le persone con ascendenza africana e asiatica.

FUMARE

Ovviamente, l’uso del tabacco non fa bene alla salute. Dagli anni 40 è noto che il fumo è collegato alle malattie cardiovascolari e al cancro. Gli esperti dicono che il fumo di sigaretta aumenta il rischio di malattie cardiache da due a quattro volte. Il fumo danneggia il rivestimento dei vasi sanguigni, aumenta la coagulazione e i depositi di grasso nelle arterie. Inoltre, il fumo può causare lo spasmo delle arterie coronariche.

ALTO LIVELLO DI COLESTEROLO

Le probabilità di sviluppare malattie cardiovascolari aumentano quando aumenta il colesterolo nel sangue. I medici sostengono che è necessario mantenere il livello di colesterolo totale inferiore a 200 mg / dl (milligrammi per decilitro). Il colesterolo buono (HDL) dovrebbe essere superiore a 40 mg / dl per gli uomini e superiore a 50 mg / dl per le donne. Il colesterolo cattivo (LDL) dovrebbe essere inferiore a 130 mg / dl.

È importante ricordare che i livelli di colesterolo significano cose diverse per persone diverse. Consultare il medico per ricevere informazioni complete sulle proprie condizioni di salute. Un’alimentazione sana e alcuni farmaci possono aiutare a controllare il livello di colesterolo.

IPERTENSIONE

L’ipertensione fa lavorare il cuore più fortemente, facendolo diventare più rigido. L’ipertensione incontrollata aumenta il rischio di infarto, ictus, insufficienza renale e insufficienza cardiaca. Se l’ipertensione è accompagnata da obesità, alti livelli di colesterolo, diabete o fumo, il rischio di infarto aumenta.

OBESITÀ

Le persone che hanno un eccesso di grasso corporeo sono a più alto rischio di sviluppare malattie cardiache e ictus anche se non hanno altri fattori di rischio.

DIABETE

Il diabete aumenta significativamente il rischio di sviluppare malattie cardiovascolari.

Livelli di zucchero nel sangue non controllati causano danni ai vasi sanguigni, rendendoli più vulnerabili all’ipertensione e all’aterosclerosi.

Commenti